Le graffe di Carnevale sono soffici ciambelline fritte dolci, tipiche della cucina napoletana, il cui impasto è a base di farina e patate. Potete trovare la graffe ad ogni angolo di Napoli e in ogni periodo dell’anno, sebbene rimangano un dolce tipico del Carnevale, al pari di frappe, castagnole, castagnole di ricotta chiacchiere.

Quando si parla di Carnevale a Napoli ci vengono in mente subito due cose: Pulcinella e…le graffe! Il personaggio della Commedia ci fa risalire nel tempo, quando i sovrani Borboni vollero istituzionalizzare il Carnevale popolare. Infatti in principio veniva festeggiato solamente dalla nobiltà partenopea nei palazzi privati. Tuttavia questa usanza attirò l’interesse del popolo che volle emulare i padroni. Perciò i pescatori, i macellai, i portuali e i bottegai vollero la propria festa in cui tutti potessero lasciarsi andare alle trasgressioni. Ciò includeva naturalmente anche il cibo, dato che dopo il periodo carnevalizio iniziava il digiuno della Quaresima.

Provate questa ricetta graffe di Carnevale e se volete potete illustrarci ed inviarci le vostre ricette e/o varianti e pubblicarle! Saranno ben accette! Inoltre, le 3 ricette pubblicate più viste e recensite saranno premiate! Scopri di più.

Se ti è piaciuta la ricetta, scrivi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette sempre nuove nella tua email ogni settimana, accedi al sito ed iscriviti alla Newsletter!