Anatra all’arancia… la squisita ricetta. La ricetta che vi presentiamo è un piatto “classico” della raffinata cucina francese. L’anatra è un volatile di origini antichissime con carne molto saporita ed essendo considerata “rossa” andrebbe servita un po’ al sangue. I preliminari alla cottura sono simili a quelli del pollo. È ottima anche arrostita in forno e cotta allo spiedo.

Nell’immaginario comune, l’anatra all’arancia, è una tipica ricetta francese ma, veramente pochi sanno che in realtà questo piatto così particolare affonda le sue origini nella cucina Toscana di Firenze. Questo succulento piatto, che i toscani chiamavano “paparo alla melarancia“, fu esportato in Francia da Caterina de Medici che, andata in sposa a Enrico II di Francia, decise di portarsi dietro un pezzettino della sua Firenze. Dall’arrivo di Caterina in Francia, infatti, si assiste ad un progressivo inserimento della cucina fiorentina in quella francese: da qui i francesi decisero di rivendicare come loro alcune ricette tra le quali, appunto, l’anatra all’arancia che in Francia è chiamata “caneton a l orange“.

Conservate l’anatra all’arancia in frigorifero in un contenitore ermetico per 1-2 giorni. Si può congelare se avete utilizzato ingredienti freschi non deconcelati.
Se non avete una sonda per arrosti, potete verificare lo stato di cottura dell’anatra con un lungo stuzzicadenti verificando che sia umida all’interno, con una leggera fuoriuscita di liquido rosato; se risulterà secca si sarà cotta troppo, se invece usciranno troppi succhi sarà ancora presto per sfornarla.

Provate questa ricetta e se volete potete illustrarci ed inviarci le vostre ricette e/o varianti e pubblicarle! Saranno ben accette! Inoltre le 3 ricette pubblicate più viste e recensite saranno premiate! Scopri di più.

Se ti è piaciuta la ricetta, scrivi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette sempre nuove nella tua email ogni settimana, accedi al sito ed iscriviti alla Newsletter!